zika virus Haemosafety 370x280 - L'epidemiologia corrente del virus Zika e le recenti epidemie

L’epidemiologia corrente del virus Zika e le recenti epidemie

Il virus Zika (ZIKV) è un flavivirus trasmesso dalle zanzare (Aedes), simili ad altri arbovirus,   identificato per la prima volta in Uganda nel 1947. Sono stati segnalati pochi casi nell’uomo fino al 2007, quando una epidemia da Zika virus si è verificata a Yap, Micronesia, anche se l’attività ZIKV era stata segnalata in Africa e in Asia attraverso la sorveglianza virologica e studi entomologici. La Polinesia francese ha registrato una grande epidemia ad ottobre 2013. Un gran numero di casi ed alcuni con complicanze neurologiche e autoimmuni sono stati riportati nel contesto di una concomitante circolazione del virus della dengue. La presentazione clinica è una “sindrome dengue-like”.

Fino dell’epidemia in Polinesia Francese, nessuna malattia ZIKV grave era stata descritta. La diagnosi è confermata dalla rilevazione del genoma virale mediante amplificazione genomica (RT-PCR) e l’isolamento virale. Queste due grandi epidemie si sono verificate in meno di un decennio in una zona precedentemente non endemica. Esse dovrebbero sensibilizzare sulla potenziale diffusività di ZIKV soprattutto perché questa malattia emergente non è ben nota ed alcune domande rimangono sui potenziali serbatoi e sui modi di trasmissione nonché sulle manifestazioni cliniche e sulle complicanze. ZIKV ha il potenziale per diffondersi in nuove aree in cui la zanzara vettore Aedes è presente e potrebbe essere un rischio per il Sud Europa. Strategie per la prevenzione e il controllo delle malattie correlate a ZIKV dovrebbero includere l’uso di repellenti per insetti e l’eradicazione della zanzara vettore.


Med Mal Infect. 2014 Jul;44(7):302-7. doi: 10.1016/j.medmal.2014.04.008. Epub 2014 Jul 4.

Current Zika virus epidemiology and recent epidemics.

Altre notizie della sezione

malattia di Chagas Bolivia Haemosafety 153x97 - Cambia la geografia delle infezioni ed il rischio trasfusionale: l’esempio della malattia di Chagas

15 dicembre 2015

Cambia la geografia delle infezioni ed il rischio trasfusionale: l’esempio della malattia di Chagas

Negli ultimi decenni l’incremento dei flussi migratori e turistici dall’America Latina verso l’Europa ha favorito l’emergenza di malattie tropicali al di fuori dei confini storicamente riconosciuti. La malattia di Chagas, anche nota come tripanosomiasi americana, è una zoonosi protozoaria endemica nelle aree rurali del Centro e Sud America che rappresenta un modello ideale di questo […]

emoderivati Haemosafety 153x97 - Lo sviluppo di trattamenti per la riduzione del rischio di trasmissione di patogeni attraverso la trasfusione di emocomponenti : Una rassegna di metodi, applicazioni attuali e le necessità future  esigenze per il futuro

14 dicembre 2015

Lo sviluppo di trattamenti per la riduzione del rischio di trasmissione di patogeni attraverso la trasfusione di emocomponenti : Una rassegna di metodi, applicazioni attuali e le necessità future esigenze per il futuro

Le Infezioni trasmesse attraverso gli emoderivati(TTI) sono stati notevolmente ridotte in numero a causa di una rigorosa selezione dei donatori e delle procedure di screening, cioè la disponibilità di tecnologie per testare i donatori per le infezioni endemiche, e la vigilanza di routine delle autorità di regolamentazione in ogni fase della catena di approvvigionamento di […]

malaria Haemosafety 153x97 - Malaria: l’attuale rischio trasfusionale e le strategie di prevenzione, in particolare nei paesi endemici

14 settembre 2016

Malaria: l’attuale rischio trasfusionale e le strategie di prevenzione, in particolare nei paesi endemici

La malaria (detta anche paludismo) è una devastante parassitosi provocata da protozoi del genere Plasmodium (quattro le specie più diffuse, il Falciparum la più pericolosa), endemica nelle regioni tropicali e sub-tropicali del mondo. Il serbatoio del parassita è costituito dagli individui cronicamente infetti, i vettori sono zanzare del genere Anopheles. La trasfusione di sangue da […]