blood bag 370x280 - Il rischio di infezione post-trasfusione da Cytomegalovirus

Il rischio di infezione post-trasfusione da Cytomegalovirus

Il citomegalovirus (CMV) è un virus ubiquitario appartenente al gruppo degli Herpes Virus. La via di trasmissione più frequente è quella respiratoria, ma è ben noto che il contagio può avvenire anche attraverso la trasfusione di sangue (Transfusion Transmitted Cytomegalovirus, TTCMV). Nel soggetto sano le manifestazioni cliniche dell’infezione sono più spesso assenti o molto lievi, mentre il virus prosegue il suo iter biologico insediandosi all’interno dei leucociti dell’ospite con la possibilità di riattivarsi in particolari periodi in cui il sistema immunitario risulti depresso (tumori, chemio/radioterapie, trapianti, gravidanza, prematurità, immunodeficienza).

Uno studio recente pubblicato sulla rivista Transfusion da Delaney e colleghi e condotto su neonati prematuri sottoposti a trasfusioni ha dimostrato come la leucoriduzione prestorage sia la tecnica più efficace per prevenire l’infezione del CMV attraverso la trasfusione di sangue.


Transfusion. 2016 Aug;56(8):1945-50. doi: 10.1111/trf.13605. Epub 2016 Apr 15.

Postnatal cytomegalovirus infection: a pilot comparative effectiveness study of transfusion safety using leukoreduced-only transfusion strategy.

Delaney M1,2, Mayock D1, Knezevic A3, Norby-Slycord C1, Kleine E4, Patel R3, Easley K3, Josephson C3.

Altre notizie della sezione

ISS 12275 00247 153x97 - Acidi nucleici virali in pool di plasma umano

17 novembre 2016

Acidi nucleici virali in pool di plasma umano

Sappiamo che l’identificazione di virus nel sangue umano è richiesto per la sorveglianza epidemiologica e per rilevare le minacce potenzialmente emergenti per la sicurezza trasfusione di sangue. Lo studio degli acidi nucleici virali in pool frazionato da plasma assemblati da donatori di sangue negli Stati Uniti e in Europa sono stati analizzati mediante metagenomica virale. […]

ISS 4567 04510 153x97 - Revisione della stima del rischio per la trasmissione occulta del virus dell'epatite B attraverso trasfusione

17 novembre 2016

Revisione della stima del rischio per la trasmissione occulta del virus dell’epatite B attraverso trasfusione

Lo studio ha avuto come scopo quello di  stimare il rischio residuo (RR) occulto da virus dell’epatite B (OBI) in assenza di un test universale anti-HBc. Per ottenere nuove informazioni sull’epidemiologia dell’ OBI, sono stati descritti i parametri stimati del modello  di RR HBV per l’OBI in Australia. Nello studio originario il rischio OBI era […]

genoma 153x97 - Metagenomica virale applicata ai donatori di sangue e riceventi ad alto rischio di infezioni per via ematica

10 novembre 2016

Metagenomica virale applicata ai donatori di sangue e riceventi ad alto rischio di infezioni per via ematica

Background: La caratterizzazione delle comunità virali associate all’uomo è essenziale per la sorveglianza epidemiologica ed è in grado di anticipare le nuove potenziali minacce per la sicurezza delle trasfusioni di sangue. Nei paesi ad alte risorse e ad alto reddito, il rischio di trasmissione attraverso il sangue dei virus noti (HBV, HCV, HIV e HTLV) […]