blood 370x280 - Infezione di virus Chikungunya: l’emergenza in Lazio continua

Infezione di virus Chikungunya: l’emergenza in Lazio continua

Il Centro Nazionale Sangue (CNS) ha diramato un importante aggiornamento riguardante la diffusione del virus Chikungunya in Lazio. Purtroppo sono stati segnalati casi anche nel comune di Roma e, di conseguenza, il CNS ha dovuto sospendere la donazione di sangue in tutto il territorio interessato dall’epidemia. Questo provvedimento, che interessa circa un milione di persone, ha determinato una grave carenza di sangue e per non sospendere le attività chirurgiche negli ospedali romani il CNS ha mobilitato tutte le regioni italiane per sopperire al fabbisogno trasfusionale.

Altre notizie della sezione

mesolongi 153x97 - Riscontro di casi autoctoni di malaria in Grecia

11 settembre 2017

Riscontro di casi autoctoni di malaria in Grecia

Il Centro Nazionale Sangue (CNS) ha dato comunicazione urgente riguardo la segnalazione di casi autoctoni di malaria in alcune zone della Grecia. Nel “Rapid alert” diffuso recentemente, il CNS ha inoltre stabilito che i turisti italiani che hanno soggiornato nelle zone indicate dal documento (vedi allegato) vengono sospesi dalle donazioni di sangue per 6 mesi […]

Anzio 16589021223 153x97 - Casi autoctoni di Chikungunya nella zona di Anzio (Rm)

10 settembre 2017

Casi autoctoni di Chikungunya nella zona di Anzio (Rm)

Il virus responsabile della Chikungunya appartiene alla famiglia togaviridae, del genere degli alphavirus ed è trasmesso dalle zanzare del genere Aedes. Dopo un periodo di incubazione di 3-12 giorni, l’infezione si manifesta con una sintomatologia simil-influenzale che include febbre alta, brividi, cefalea, nausea, vomito e soprattutto importanti artralgie, talora compare un esantema maculopapulare pruriginoso. Il […]

zanzara anofele 2 153x97 - Bambina di 4 anni deceduta di malaria presso gli Spedali Civili di Brescia

9 settembre 2017

Bambina di 4 anni deceduta di malaria presso gli Spedali Civili di Brescia

E’ notizia di questi giorni la morte di una bambina di 4 anni presso gli Spedali Civili di Brescia per malaria cerebrale. La particolarità di questo caso è che la bambina, dapprima ricoverata all’Ospedale di Trento e successivamente trasferita a Brescia, non aveva fatto alcun viaggio precedente in paesi a rischio malarico. I risultati delle […]