emoderivati Haemosafety 370x280 - Lo sviluppo di trattamenti per la riduzione del rischio di trasmissione di patogeni attraverso la trasfusione di emocomponenti : Una rassegna di metodi, applicazioni attuali e le necessità future  esigenze per il futuro

Lo sviluppo di trattamenti per la riduzione del rischio di trasmissione di patogeni attraverso la trasfusione di emocomponenti : Una rassegna di metodi, applicazioni attuali e le necessità future esigenze per il futuro

Le Infezioni trasmesse attraverso gli emoderivati(TTI) sono stati notevolmente ridotte in numero a causa di una rigorosa selezione dei donatori e delle procedure di screening, cioè la disponibilità di tecnologie per testare i donatori per le infezioni endemiche, e la vigilanza di routine delle autorità di regolamentazione in ogni fase della catena di approvvigionamento di sangue ( raccolta, il trattamento e lo stoccaggio). Tuttavia, il miglioramento della sicurezza è ancora una fonte di preoccupazione a causa del fatto che in medicina trasfusionale il rischio infettivo uguale a zero è inesistente. delle alternative sono necessarie per garantire la sicurezza del prodotto trasfusionale e di fornire un rinnovamento dei test di screening del sangue, soprattutto nei paesi meno sviluppati o in zone di guerra. Inoltre, la crescente mobilità della popolazione a causa dei viaggi rappresenta una nuova sfida per i test di screening utilizzati di routine per le infezioni endemiche, perché gli agenti patogeni non endemici potrebbero emergere in una popolazione specifica.

Le procedure di riduzione degli agenti patogeni sono la somma di una pletora di approcci attivi per eliminare o ridurre la potenziale carica patogena degli emoderivati. Nonostante il successo dei trattamenti di riduzione dei patogeni applicate a prodotti del plasma, c’è ancora molta strada da fare per sviluppare e diffondere trattamenti di riduzione degli agenti patogeni ai prodotti trasfusionali cellulari (ad esempio le piastrine, globuli rossi o anche al sangue intero), e non vi è convergenza sull’ utilizzo e sulla accettazione in tutto il mondo. Mentre l’uso di trattamenti di riduzione degli agenti patogeni nelle piastrine viene eseguita di routine in un discreto numero di banche del sangue europee, la maggior parte di questi trattamenti non sono (o sono solo) disponibili negli Stati Uniti o in altre parti del mondo.

Lo sviluppo di trattamenti per la riduzione degli agenti patogeni nei concentrati di globuli rossi e nel sangue intero è ancora nella sua fase iniziale delle sperimentazioni cliniche. In questa recensione, discutiamo i trattamenti di riduzione dei patogeni disponibili ed emergenti e dei loro vantaggi e svantaggi. Inoltre, si evidenzia l’importanza di caratterizzare prodotti trasfusionali standard, con approcci attuali ed emergenti (OMICS) e dei risultati clinici, e l’integrazione di queste informazioni in un database, pensando ai vantaggi che potrebbero portare in futuro per una terapia trasfusionale personalizzata.


 

Transfus Apher Sci.
2015 Feb;52(1):19-34. doi: 10.1016/j.transci.2014.12.016. Epub 2014 Dec 30.

Development of blood transfusion product pathogen reduction treatments: a review of methods, current applications and demands.

Salunkhe V1, van der Meer PF2, de Korte D3, Seghatchian J4, Gutiérrez L5.

Altre notizie della sezione

epatite C Haemosafety 153x97 - Epidemiologia del Virus dell’Epatite C: una battaglia su nuove frontiere

14 dicembre 2015

Epidemiologia del Virus dell’Epatite C: una battaglia su nuove frontiere

Il virus dell’epatite C (HCV) è una delle principali cause di morbilità correlata al fegato e la mortalità negli Stati Uniti e in altre parti del mondo . L’epidemiologia della malattia è molto variabile tra e all’interno dei singoli paesi , e le strategie per affrontare e migliorare  l’identificazione e il trattamento dell’infezione da HCV […]

biologia molecolare Haemosafety 153x97 - Le nuove tecniche di biologia molecolare ampliano l’esplorazione del mondo dei virus

14 agosto 2016

Le nuove tecniche di biologia molecolare ampliano l’esplorazione del mondo dei virus

Traendo spunto dall’identificazione del nuovo virus che vi abbiamo presentato nel precedente articolo, denominato Hepegivirus-1 umano (HHpgV-1),  che coniuga caratteristiche di due generi distinti della famiglia dei Flavivirus, Hepacivirus e Pegivirus, la microbiologa americana Angela Rasmussen commenta in un editoriale gli enormi recenti progressi della diagnostica virologica, che consentono di ipotizzare una significativa accelerazione verso […]

screening NAT Haemosafety 153x97 - Infezione occulta da HBV e rischio trasfusionale: i limiti dell’attuale screening ‘NAT’ in Italia

25 novembre 2015

Infezione occulta da HBV e rischio trasfusionale: i limiti dell’attuale screening ‘NAT’ in Italia

Il rischio di trasmissione trasfusionale dei virus epatotropi maggiori (HBV e HCV) e del virus HIV è progressivamente diminuito negli ultimi 20 anni grazie ai rigorosi criteri di selezione dei donatori ed allo screening sierologico