s 370x280 - Politiche di messa in sicurezza del sangue: i programmi precauzionali dovrebbero essere forse adottati con cautela?

Politiche di messa in sicurezza del sangue: i programmi precauzionali dovrebbero essere forse adottati con cautela?

Sebbene il rischio di trasmissione di infezioni attraverso donazioni ed emotrasfusioni sia attualmente molto basso gli autori ribadiscono tuttavia il rischio infettivo persistente associato a patogeni emergenti come prioni, Virus quali Dengue, Chikungunya, West Nile and Zika. In Italia dopo l’introduzione di strategie di sorveglianza di malattie da vettori, viene proposto, tra le altre strategie, uno screening per RNA del virus HEV sul plasma di tutti i donatori (Spada et al). Sarà tuttavia necessaria un’analisi del rapporto costo-benefici per valutare la sostenibilità di tali programmi.


Blood Transfus. 2018 Sep

Blood safety policy: should cautionary policies be adopted with caution?

Riva L, Petrini C.

Altre notizie della sezione

c 153x97 - La positività della sierologia per Flavivirus veicolati dai mosquitos nei cani da caccia in Campania

9 settembre 2018

La positività della sierologia per Flavivirus veicolati dai mosquitos nei cani da caccia in Campania

I cani potrebbero rappresentare un target per monitorare la diffusione dei Flavivirus nella popolazione. Uno studio di sieroprevalenza condotto su n 183 cani da caccia in Campania ha rilevato con metodica ELISA n 74 positività di cui 24 per Usutu Virus (prevalenza del 13.11 %) e nessuna positività per West Nile. In PCR non è […]

z 1 153x97 - Allarme febbre del Nilo

7 settembre 2018

Allarme febbre del Nilo

Nonostante l’estate stia volgendo al termine, non si arrestano le cifre riguardanti la diffusione del virus West Nile in Italia. Sei decessi in Emilia Romagna, 5 in Veneto, centinaia di contagiati (si contano 10 nuovi contagi al giorno) in tutta Italia, con il virus che è ritornato a farsi vivo perfino in Sardegna. I comuni […]

i 153x97 - L’infezione da West Nile Virus nell’Italia Settentrionale: uno studio cross-over sugli effetti a breve termine dei parametri climatici

5 settembre 2018

L’infezione da West Nile Virus nell’Italia Settentrionale: uno studio cross-over sugli effetti a breve termine dei parametri climatici

I parametri climatici possono essere utilizzati al fine di individuare le aree geografiche ed i periodi dell’anno in cui è possibile aspettarsi una più alta incidenza di infezioni da West Nile Virus (WNV). Gli autori di questo studio hanno riscontrato una correlazione tra le temperature registrate in specifiche aree nell’Italia Settentrionale nelle 5-6 settimane prima […]