chromatography Haemosafety 370x280 - Lo stato dell’arte sulla rimozione delle proteine prioniche in SD-FFP, con il ricorso alla cromatografia con affinità specifica per i prioni ed il suo impatto sulle caratteristiche emostatiche del prodotto.

Lo stato dell’arte sulla rimozione delle proteine prioniche in SD-FFP, con il ricorso alla cromatografia con affinità specifica per i prioni ed il suo impatto sulle caratteristiche emostatiche del prodotto.

Un rischio infettivo anche se solo ipotetico persiste in associazione all’uso di plasmaderivati correntemente impiegati nel controllo delle emorragie e dei disordini immunologici ed è riconducibile alle infezioni da prioni ma anche alle donazioni di plasma effettuate nel periodo finestra dell’ infezione ed all’emergenza o alla riemergenza di alcune infezioni virali.

Pertanto i processi produttivi devono necessariamente assicurare il connubio di una adeguata attività emostatica con un elevato profilo di sicurezza.

In questo paper, nato alla conclusione della Conference di Coimbra, l’attenzione è rivolta a metodiche di nuova generazione che consentono, all’interno dei processi produttivi, la combinazione del trattamento solvente/detergente con uno step ad affinità specifica per i prioni, basato sulla cromatografia; il risultato è costituito da un preparato commerciale da un punto di vista emostatico sovrapponibile al PFC ma estremamente più sicuro, con vantaggi economici considerevoli sul lungo periodo.


 

Transfus Apher Sci. 2015 Apr;52(2):237-9.

The state of the art of removal of prion proteins in SD-FFP, by specific prion affinity chromatography and its impact on the hemostatic characteristics of the product.

Neisser-Svae A1Seghatchian J2.

Altre notizie della sezione

donazione sangue Haemosafety 153x97 - Gestione delle segnalazioni di donatori con infezione da Creutzfeldt-Jakob (informazione acquisita post donazione).

9 novembre 2015

Gestione delle segnalazioni di donatori con infezione da Creutzfeldt-Jakob (informazione acquisita post donazione).

L’adozione di misure di profilassi dell’infezione prionica estremamente restrittive rischia di compromettere  la disponibilità di prodotti emoderivati salvavita per i pazienti, in nome di un  rischio di trasmissione che resta, sulla base delle evidenze scientifiche, soltanto ipotetico. Tuttavia, al fine di preservare il paziente, le autorità impongono alcune accortezze quali il ritiro dei lotti di […]

plasma Haemosafety 153x97 - Gestione del rischio di trasmissione iatrogena della malattia Creutzfeldt-Jakob in Regno Unito.

9 novembre 2015

Gestione del rischio di trasmissione iatrogena della malattia Creutzfeldt-Jakob in Regno Unito.

Nel Regno Unito 77 casi di Creutzfeldt-Jakob (CDJ) sono risultati di natura iatrogena ed in particolare connessi con l’impiego di emoderivati. Un Panel di esperti ha disposto per la Gran Bretagna una serie di misure preventive, compresi il ritiro dal commercio di lotti di prodotto a rischio o la messa in quarantena della strumentazione chirurgica. […]

trapianti Haemosafety 153x97 - Ricerca di malattia di Creutzfeldt-Jakob variante associata a trapianto di organi o tessuti nel Regno Unito.

5 novembre 2015

Ricerca di malattia di Creutzfeldt-Jakob variante associata a trapianto di organi o tessuti nel Regno Unito.

Questo articolo propone un’analisi di tipo retrospettivo, condotta nel Regno Unito, mirata alla ricerca di casi di malattia di Creutzfeldt Jakob variante (vCJD) associata al trapianto d’ organo. Fatta eccezione per un caso di vCJD in un soggetto sottoposto in precedenza a trapianto epatico, senza tuttavia evidenza di malattia da prione nel donatore e negli […]