blood2 370x277 - Sicurezza nella terapia sostitutiva, farmacovigilanza ed emovigilanza

Sicurezza nella terapia sostitutiva, farmacovigilanza ed emovigilanza

Il termine farmacovigilanza definisce i programmi – spesso pubblici e di rilevanza pubblica – per il controllo e la sorveglianza dei farmaci in commercio. Essa è generalmente di competenza delle autorità sanitarie nazionali ed internazionali preposte. La farmacovigilanza è nata dal bisogno di allargare il controllo dell’efficacia dei farmaci nel momento del loro uso su larga scala dopo la loro immissione sul mercato.

Le fasi sperimentali cliniche precedenti, infatti, sono eseguite su gruppi selezionati di pazienti, in condizioni ottimali e quindi, nel momento in cui il nuovo medicinale è utilizzato dalla popolazione generale, potrebbero manifestarsi alcuni effetti indesiderati non riscontrati in fase sperimentale. ?La farmacovigilanza può considerarsi, dunque, un sistema di monitoraggio permanente, e costituisce propriamente la Fase IV della sperimentazione farmaceutica (post-marketing).

L’emovigilanza (vigilanza sul sangue) è l’insieme tutte le procedure adottate dal personale del network trasfusionale nazionale per il monitoraggio di reazioni avverse inattese e incidenti gravi che possono verificarsi nel processo trasfusionale; essa comprende anche la sorveglianza epidemiologica delle malattie infettive trasmissibili con la trasfusione, che costituisce, di fatto, il requisito indispensabile per la sicurezza, infettivologica del sangue donato. Vengono, infatti, raccolte informazioni sui marcatori infettivi (HIV, HBV, HCV, treponema pallidum) di ogni unità di sangue raccolta.

Con i nuovi protocolli di sicurezza nel trattamento del sangue donato il rischio di contrarre una malattia infettiva è sempre più raro. Scopriamo perchè.

leggi tutto

esame acqua 153x97 - Allarme inquinamento da PFAS nel Veneto

16 ottobre 2017

Allarme inquinamento da PFAS nel Veneto

E’ allarme nella Regione Veneto per il riscontro di elevati livelli di sostanze perfluoroalchiliche (PFAS) nel sangue della popolazione residente in alcune zone nelle provincie di Vicenza, Verona e Padova. I PFAS sono sostanze altamente tossiche, responsabili di gravi danni alla salute (patologie tiroidee e tumorali). La Regione Veneto ha proposto un protocollo sperimentale per […]

Scandalo donazioni in Campania 153x97 - Scandalo donazione di sangue in Campania

13 ottobre 2017

Scandalo donazione di sangue in Campania

La trasmissione televisiva “Le Iene”, andata in onda pochi giorni fa, ha documentato come la donazione di sangue nelle autoemoteche AVIS in Campania avvenga senza rispettare i criteri di sicurezza per la donazione di sangue. Durante il servizio televisivo ripreso usando una telecamera nascosta, infatti, è stata permessa la donazione di sangue a soggetti che […]

1 153x97 - Le tendenze epidemiologiche dell'infezione da HIV-1 nei donatori di sangue provenienti da Catalogna, Spagna (2005-2014)

13 ottobre 2017

Le tendenze epidemiologiche dell’infezione da HIV-1 nei donatori di sangue provenienti da Catalogna, Spagna (2005-2014)

In Spagna è predominante il sottotipo B di virus dell’immunodeficienza umana 1 (HIV-1). Tuttavia, il recente arrivo di popolazioni immigrate ha aumentato la prevalenza di sottotipi non B e le forme ricombinanti circolanti. L’obiettivo di questo studio era quello di determinare la prevalenza dei sottotipi HIV-1 e le mutazioni di resistenza al farmaco trasmesse nei […]

Donazione di sangue 153x97 - Infezione da epatite B occulta e rischio di trasmissione attraverso trasfusione di sangue

12 ottobre 2017

Infezione da epatite B occulta e rischio di trasmissione attraverso trasfusione di sangue

I progressi nella sierologia e nel test degli acidi nucleici virali (NAT), negli ultimi decenni hanno ridotto significativamente il rischio di virus dell’epatite B trasmesso dalla trasfusione (HBV). La combinazione di test HBsAg e NAT evitano in modo efficiente la maggior parte della trasmissione HBV. Tuttavia, un rischio residuo specifico rimane associato a livelli estremamente […]

Paesi in via di sviluppo 153x97 - Verso l'inattivazione dei patogeni dei globuli rossi e di tutto il sangue obiettivo del DNA/RNA virale: progettazione, tecnologie e prospettive future per i paesi in via di sviluppo

11 ottobre 2017

Verso l’inattivazione dei patogeni dei globuli rossi e di tutto il sangue obiettivo del DNA/RNA virale: progettazione, tecnologie e prospettive future per i paesi in via di sviluppo

Vengono raccolti annualmente oltre 110 milioni di sangue. La necessità di prodotti sanguigni è maggiore nei paesi in via di sviluppo, ma così è anche il rischio di contrarre un’infezione trasmessa dalla trasfusione. Senza un efficace screening dei donatori/test virali e una tecnologia di inattivazione patogena convalidata, il rischio di infezioni trasmesse dalla trasfusione è […]

emoderivati 153x97 - Ritiro lotti di prodotti emoderivati della ditta Kedrion per sospetta contaminazione da prioni

4 ottobre 2017

Ritiro lotti di prodotti emoderivati della ditta Kedrion per sospetta contaminazione da prioni

L’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) ha recentemente disposto, a titolo cautelativo, il ritiro su tutto il territorio nazionale di alcuni lotti di emoderivati della ditta Kedrion dopo la segnalazione di un caso di sospetta malattia di Creutzfeuld Jacob in un donatore di sangue. Gli emoderivati interessati sono le immunglobuline e l’albumina, prodotti usati frequentemente negli […]

globalizzazione 153x97 - La Malattia di Chagas in Europa: una pratica review per il medico che opera in un mondo globalizzato

21 settembre 2017

La Malattia di Chagas in Europa: una pratica review per il medico che opera in un mondo globalizzato

La Malattia di Chagas o Tripanosomiasi Americana è una patologia trasmessa dal Tripanosoma Cruzii, endemica in alcune regioni del Centro e Sud America, è stata scoperta nel 1909 da Carlos Chagas, ma solo di recente è diventata problema reale anche in Italia quando sono stati esclusi dalla donazione di sangue in modo preventivo i soggetti […]

PReP 153x97 - Implicazioni di sicurezza del sangue dei donatori che utilizzano profilassi anti-HIV pre-esposizione

31 agosto 2017

Implicazioni di sicurezza del sangue dei donatori che utilizzano profilassi anti-HIV pre-esposizione

La profilassi anti-HIV pre-esposizione (PrEP) è l’uso di uno o più farmaci antiretrovirali (in combinazione) per prevenire l’infezione da HIV. Il medicinale PrEP più comunemente usato (Truvada®,) agisce inibendo la transcriptasi inversa dell’HIV-1. Se qualcuno utilizza PrEP inconsapevolmente diventa infetto da HIV (chiamato “infezione da penetrazione PrEP”), può essere soppressa la replica virale che determina […]