shutterstock 35806912 370x280 - Virus dell'epatite E: progressi e sfide

Virus dell’epatite E: progressi e sfide

Almeno 20 milioni di infezioni da virus dell’epatite E (HEV) si verificano ogni anno, con> 3 milioni di casi sintomatici e ~ 60.000 morti. L’epatite E è generalmente auto-limitante, con un tasso di mortalità dello 0,5-3% nei giovani adulti. Tuttavia, può causare fino al 30% di mortalità nelle donne in gravidanza nel terzo trimestre e può diventare cronica in individui immunocompromessi, come quelli che ricevono trapianti di organi o chemioterapia e individui con infezione da HIV. L’HEV è trasmesso principalmente attraverso la via oro-fecale e precedentemente si pensava che fosse un problema di salute pubblica solo nei paesi in via di sviluppo.

Ora viene anche frequentemente segnalato nei paesi industrializzati, dove viene trasmesso zoonoticamente o tramite trapianto di organi o trasfusioni di sangue. Sebbene sia stato sviluppato un vaccino per HEV, è autorizzato solo in Cina. Inoltre, non sono attualmente disponibili trattamenti efficaci, non teratogeni e specifici contro le infezioni da HEV.

Sebbene siano stati compiuti progressi nel caratterizzare la biologia dell’HEV, la scarsità di adeguate piattaforme sperimentali ha ostacolato ulteriori ricerche. In questa recensione, gli autori si concentrano sul fornire un aggiornamento sul ciclo di vita dell’HEV. Vengono discusse  inoltre la cultura cellulare esistente ed i modelli animali ed evidenziate le piattaforme che si sono rivelate utili e / o stanno emergendo per lo studio di altri patogeni epatotropici (virali).


Nat Rev Gastroenterol Hepatol. 2018 Feb;15(2):96-110

Hepatitis E virus: advances and challenges.

Nimgaonkar I1, Ding Q1, Schwartz RE2, Ploss A1

Altre notizie della sezione

EU flag 153x97 - Dati aggiornati sulla prevalenza dell’infezione da HBV e HCV nei paesi della Comunità Europea

12 gennaio 2018

Dati aggiornati sulla prevalenza dell’infezione da HBV e HCV nei paesi della Comunità Europea

Un gruppo di ricercatori olandesi, in collaborazione con l’European Centre for Disease Prevention and Control, ha di recente pubblicato una revisione della letteratura per aggiornare i dati di prevalenza dell’infezione da virus epatitici B e C (HBV e HCV) nei paesi della Comunità Europea (CE). Hanno pertanto preso in esame gli studi pubblicati tra il […]

hcv test 153x97 - Ulteriori evidenze di efficacia e sicurezza della terapia antivirale diretta di combinazione (ledipasvir-sofosbuvir e sofosbuvir-ribavirina) in pazienti con epatopatia cronica HCV-correlata e malattie emorragiche congenite

11 dicembre 2017

Ulteriori evidenze di efficacia e sicurezza della terapia antivirale diretta di combinazione (ledipasvir-sofosbuvir e sofosbuvir-ribavirina) in pazienti con epatopatia cronica HCV-correlata e malattie emorragiche congenite

Quasi tutti i pazienti con malattie emorragiche congenite trattati con plasma-derivati prima del 1987 hanno contratto l’infezione da virus dell’epatite C (HCV) e, di questi, circa i 2/3 anche co-infezione da HIV. La clearance spontanea dell’HCV si verifica piuttosto raramente, osservandosi cronicizzazione della patologia nel 75-85% dei pazienti infetti. Circa il 15% dei pazienti progredisce […]

Africa subsahariana 153x97 - Infezione da pegivirus umano (HPgV) nell'Africa sub-sahariana: una richiesta per un nuovo programma di ricerca

7 dicembre 2017

Infezione da pegivirus umano (HPgV) nell’Africa sub-sahariana: una richiesta per un nuovo programma di ricerca

Il virus umano pegivirus (HPgV) -formerly GB-C ha un impatto positivo sulla progressione della malattia da HIV che è stata descritta in più studi. Data l’elevata prevalenza dell’HIV nell’Africa sub-sahariana e la continua necessità di sopprimere la replicazione dell’HIV, questa revisione fornisce una panoramica completa dei dati esistenti sull’infezione da HPgV nell’Africa sub-sahariana, con particolare […]