plasma sangue 370x280 - Riduzione dell’infezione da Virus Zika in concentrati piastrinici dopo trattamento con luce ultravioletta C e nel plasma dopo trattamento con blu di metilene e luce visibile

Riduzione dell’infezione da Virus Zika in concentrati piastrinici dopo trattamento con luce ultravioletta C e nel plasma dopo trattamento con blu di metilene e luce visibile

Il virus Zika (ZIKV) è emerso come una potenziale minaccia per la sicurezza trasfusionale in tutto il mondo. L’inattivazione dei patogeni è un approccio per gestire questo rischio. In questo studio è stata valutata l’efficacia del sistema THERAFLEX UV-Platelets e del sistema di THERAFLEX MB-Plasma per inattivare il ZIKV nei concentrati piastrinici (CP) e nel plasma. I CP contaminati da ZIKV sono stati trattati con il sistema THERAFLEX UV-Platelets a 0.05, 0.10, 0.15 e 0.20 J/cm2 UVC. Il plasma contaminato da ZIKV è stato trattato con il sistema THERAFLEX MB-plasma a 20, 40, 60 e 120 J/cm2 luce a 630 nm con almeno 0.8 µmol/L di blue di metilene (BM). I campioni sono stati presi prima e dopo ciascuna dose di illuminazione e testati per il virus residuale. Per ogni sistema è stato determinato il livello di riduzione virale.

RISULTATI: Il trattamento dei CP con il sistema THERAFLEX UV-Platelets ha determinato in media una riduzione dell’infettività da ZIKV  di 5 log alla dose standard di UVC (0.20 J/cm2), dose dipendente con l’aumento della dose di UVC. Per il plasma trattato con MB e luce visibile l’infettività da ZIKV è stata ridotta in  media di almeno 5.68 log, con infettività virale residua che raggiunge il limite di rilevazione del test a 40 J/cm2 (un terzo della dose standard). In conclusione Io studio dimostra che i sistemi THERAFLEX UV-Platelets e THERAFLEX MB-Plasma possono ridurre l’infettività da ZIKV nei CP e del pool di plasma al limite di rilevazione dei test utilizzati. Questi risultati suggeriscono che entrambi i sistemi sono un’opzione efficace per gestire il potenziale rischio di trasmissione del ZIKV da trasfusione.


Transfusion. 2017 Jul 17. doi: 10.1111/trf.14256. [Epub ahead of print]

Reduction of Zika virus infectivity in platelet concentrates after treatment with ultraviolet C light and in plasma after treatment with methylene blue and visible light.

Fryk JJ1, Marks DC1, Hobson-Peters J2, Watterson D2, Hall RA2, Young PR2, Reichenberg S3, Tolksdorf F3, Sumian C4, Gravemann U5, Seltsam A5,Faddy HM

Altre notizie della sezione

donatori usa 153x97 - Bassa prevalenza dell’RNA-virus dell'epatite e in un sondaggio su larga scala di plasma da donatori degli Stati Uniti

22 dicembre 2017

Bassa prevalenza dell’RNA-virus dell’epatite e in un sondaggio su larga scala di plasma da donatori degli Stati Uniti

Il virus dell’epatite E (HEV) è un piccolo RNA-virus e rappresenta una preoccupazione emergente nei paesi industrializzati. La trasmissione di HEV attraverso la trasfusione di componenti del sangue è stata segnalata, ma non riguarda i medicinali derivati ​​dal plasma (PDMP) fabbricati con inattivazione e/o procedure di rimozione del virus. Questo studio ha voluto determinare la […]

mirasol blood safety 153x97 - Migliorare la sicurezza dei prodotti trasfusionali derivati dal sangue intero con una tecnologia di riduzione degli agenti patogeni a base di Riboflavina

20 dicembre 2017

Migliorare la sicurezza dei prodotti trasfusionali derivati dal sangue intero con una tecnologia di riduzione degli agenti patogeni a base di Riboflavina

Nel mondo la sicurezza del sangue è stata positivamente influenzata dai miglioramenti tecnologici, economici e sociali; tuttavia, i crescenti cambiamenti socio-politici della società contemporanea, insieme ai cambiamenti ambientali, hanno intaccato la pratica della trasfusione di sangue con una fonte continua di minacce imprevedibili con l’emergere di patogeni derivanti dal sangue. La riduzione dei patogeni (RP) […]

trasfusione e epatite E 153x97 - HEV e il rischio del destinatario della trasfusione

10 dicembre 2017

HEV e il rischio del destinatario della trasfusione

Le infezioni da epatite E (HEV) si trasmettono prevalentemente dagli alimenti e dall’acqua, tuttavia la trasmissione da trasfusioni avviene sia nei paesi in via di sviluppo che nei paesi sviluppati. L’infezione è di solito asintomatica ma può portare all’epatite fulminante nei pazienti con malattia epatica sottostante e in donne gravide che vivono nei paesi in […]